Parquet in casa: quello che c’è da sapere

Il fascino senza tempo del parquet

Quando si parla di pavimentazione di lusso, possiamo dire che il parquet è una delle prime scelte che ci vengono in mente. Il legno ha un fascino intramontabile, in grado di trasmettere calore agli interni ed aggiungere un tocco di eleganza ineguagliabile. Fino a poco tempo fa, comunque, il montaggio del parquet era riservato solamente ad alcune zone della casa. Questo per via del fatto che parliamo di un materiale “vivo” e di conseguenza più soggetto a rovinarsi.

Negli ultimi tempi, comunque, grazie ai trattamenti ed alle lavorazioni che cui il legno viene sottoposto, è diventato possibile istallare una pavimentazione in parquet praticamente in ogni zona della casa. Ciò non toglie che sarà necessario prestare attenzione ad alcuni dettagli, dettagli che possono fare la differenza nel corso del tempo sullo stato del nostro parquet.

Ma andiamo a conoscere più da vicino questa pavimentazione esclusiva.

I tipi di parquet

Esistono diversi tipi di parquet. Il parquet massello è quello classico per eccellenza, un elemento di legno intero intagliato per dare vita al listello. In questo caso il parquet viene installato levigato e rifinito sul pavimento.

Esiste anche il parquet prefinito, che è già stato levigato e rifinito e che richiede pertanto una messa in posa più veloce. Nel caso del prefinito si può trattare di un materiale meno costoso perché solitamente solamente in superficie troviamo il legno più nobile, mentre sotto, come supporto strutturale potremo avere un legno più dozzinale o del multistrato.

La messa in posa

La messa in posa al giorno d’oggi avviene secondo due criteri: con la tecnica flottante o incollando i listelli. Nel primo caso si parla semplicemente di adagiare i listelli nel verso da noi desiderato. Anche chi non è esperto nel settore potrebbe posare in questo modo il parquet.

Per incollare il parquet è invece necessaria una certa manualità, e sarà necessario chiamare un professionista, un parquettista Roma in grado di eseguire un lavoro a regola d’arte. Il parquettista potrà non solamente posare il parquet così come vogliamo noi ma dare vita anche a motivi più particolari, a mosaici o disegni geometrici tutti da ammirare e che renderanno i nostri ambienti ancora più esclusivi.

La manutenzione nel tempo

E’ necessario rivolgersi ad un professionista anche perché sarà importante valutare lo stato del massetto su cui verrà adagiato il parquet. Nella maggior parte dei casi bisognerà posizionare un tappetino isolante, che può essere in sughero o in altro materiale, che avrà la funzioni di isolare dal punto di vista acustico ed evitare l’umidità di risalita.

Per quanto il parquet sia di qualità e per quanta accortezza dovessimo avere, nel corso del tempo possono venire a crearsi dei segni più o meno evidenti di usura. Anche in questo caso, grazie all’intervento di professionisti specializzati potremo facilmente ovviare. In base alla profondità dei segni si potrà intervenire con la levigatura, la piallatura e la stuccatura, per poi passare alla verniciatura che farà tornare il nostro pavimento come nuovo.

Leave A Comment