Mocio rotante: come scegliere il migliore

Come il Mocio ci aiuta a semplificare le pulizie domestiche

Le pulizie della casa, si sa, non sono un’attività molto entusiasmante. A complicare le cose bisogna aggiungere il fatto che non sempre la scelta degli accessori per la pulizia della casa è fatta nel migliore dei modi.

Parliamo un attimo del lavaggio del pavimento. Il metodo tradizionale per lavare i pavimenti richiede l’utilizzo di secchio, straccio e scopa spazzolone. Tenuto conto del fatto che la pulizia del pavimento deve essere effettuata quasi quotidianamente, vale la pena di scegliere un metodo che permetta di risparmiare tempo, fatica, e che consenta nello stesso tempo di ottenere un risultato qualitativamente superiore.

Pensiamoci un attimo. Questo metodo ci costringe ad abbassarci continuamente, cosa che inevitabilmente tenderà ad irrigidire i muscoli della schiena ed a provare dolore. Saremo inoltre costretti a mettere continuamente le mani nell’acqua sporca, non solo dei residui eliminati dal pavimento, ma anche per via del detersivo che si trova al suo interno. Per non parlare del fatto che, se non cambiamo frequentemente l’acqua, distribuiremo per tutta la superficie lo sporco appena raccolto nell’acqua.

Le soluzioni non mancano. Possiamo impiegare una scopa a vapore, o la scopa elettrica con la funzione di aspirare e lavare. Oggi parleremo di un’altra soluzione, più economica ma che si rivela davvero comoda: il Mocio Rotante. Qual è il suo funzionamento e quali sono i vantaggi nel suo utilizzo?

Come funziona il Mocio Rotante?

In pratica si tratta di un Mocio, con apertura a 360 gradi, che viene strizzato non con il metodo tradizionale, che richiedeva la pressione della mazza nella parte superiore del secchio apposito, ma sfruttando la forza centrifuga. Il secchio in dotazione è infatti dotato di un pedale che fa girare il cestello dove viene appoggiato il Mocio. In questo modo, con il minimo sforzo, viene eliminata l’acqua sporca.

I vantaggi sono diversi. Innanzitutto non ci si dovrà più piegare per strizzare lo straccio. Il movimento del pedale è inoltre meno faticoso rispetto a quello di strizzare lo straccio o di spingere la mazza come avviene per il Mocio tradizionale. Inoltre non bisognerà più immergere le mani nell’acqua sporca contenente il detersivo. Ma vediamo assieme alcune caratteristiche che ci possono aiutare nella sua scelta.

Come scegliere il migliore

  • Capienza del secchio. Sembra una banalità, ma dovremo scegliere un modello che tenga conto della grandezza della casa da pulire, in modo da non dover continuamente interrompere il lavoro per cambiare l’acqua.
  • La presenza dell’agitatore rotante sul secchio consente di non trasferire lo sporco per il resto della casa ma di lasciarlo sul fondo del secchio.
  • La qualità del panno, che deve essere adeguata allo sporco da pulire ed al tipo di superficie del pavimento. Scegliamo un panno più duro nel caso in cui dovessimo eliminare lo sporco più ostinato su superfici resistenti, mentre uno in microfibra sarà più adatto per le superfici più delicate.
  • Se possibile, optiamo per un modello con manico telescopico. Il Mocio Rotante può essere utilizzato non solamente per pulire il pavimento, ma anche le tapparelle, le persiane o altre superfici difficili da raggiungere.

Queste informazioni saranno utili per la scelta del modello di Mocio più adatto alle nostre esigenze particolari.

Leave A Comment